fbpx

News

  • PROGETTO GIOCASPORT 2022

    Le Storie Laureus Comments Off on PROGETTO GIOCASPORT 2022

    Si è svolta martedì 7 giugno, presso il Campo Sportivo dell’Associazione Cometa, la giornata conclusiva del progetto GIOCASPORT 2022, reso possibile dalla collaborazione tra Fondazione Laureus, Associazione Sportiva Cometa e Gruppo Autotorino S.p.A.

    È stato un pomeriggio all’insegna dello sport e del divertimento, che ha visto la partecipazione di quasi 30 bambini impegnati durante tutto l’anno in un percorso di crescita personale e di amicizia!

    La prima parte del pomeriggio ha visto protagonisti bambini di 1°,2° e 3° elementare, che, dopo un primo momento dedicato allo sviluppo della coordinazione attraverso percorsi e staffette, hanno avuto modo di sperimentare lo sport della pallamano, venendo infine premiati dai propri allenatori e dai membri di Laureus presenti.  In seguito, è stato il turno dei ragazzi più grandi (4-5° elementare e medie), che si sono sfidati in un doppio confronto maschi contro femmine prima a basket e poi a calcio: a quest’ultima partita ha assistito anche il sig. Tito Monti, responsabile della filiale di Luisago, che, al termine della doppia sfida, ha avuto modo di conoscere e premiare personalmente i giovani atleti.  

    Il pomeriggio si è poi concluso con un piccolo momento di festa, in cui i ragazzi, dopo essersi rifocillati con una gustosa merenda, hanno potuto continuare a giocare e hanno infine salutato i propri allenatori.  

    On 29/06/2022
    By

    Read More »
  • Fondazione Laureus e la campagna SEI TU!

    Le Storie Laureus Comments Off on Fondazione Laureus e la campagna SEI TU!

    Fondazione Laureus Sport For Good Italia sostiene fino al 15 luglio la campagna SEI TU!, acronimo di Salute, Educazione, Inclusione, Tolleranza e Uguaglianza.

    Un ciclo di 5 giornate tra Roma, Napoli e Palermo dedicate allo sport, al gioco, alla festa e alla condivisione. Il progetto si propone di far conoscere le attività svolte nei Centri Sportivi di Comunità, sviluppare e rafforzare i legami nei luoghi in cui l’attività sportiva ha un determinante ruolo per aggregare le comunità e accompagnare la crescita dei giovani attraverso momenti di educazione e di condivisione.

    La campagna di eventi e flash mob SEI TU! ha preso il via a inizio giugno per celebrare un anno dall’inizio ufficiale del progetto, finanziato dall’Impresa Sociale Con I Bambini nell’ambito del Fondo per contrastare la povertà educativa minorile, da Play For Change Srl Impresa Sociale e da Fondazione Laureus Italia Onlus, il tutto coordinato dalla cooperativa sociale La Locomotiva Onlus.

    In particolare, dopo gli appuntamenti a Roma di lunedì 6 giugno presso il CSC Corviale di Calcio Sociale e di giovedì 9 giugno al CSC Pietralata di Liberi Nantes, gli incontri porteranno l’allegria del gioco e i valori dello sport anche al CSC Mercato di Obiettivo Napoli, nel capoluogo partenopeo, dalle ore 16 alle 18 di oggi venerdì 10 giugno. Ma non finisce qui. Venerdì 8 luglio il progetto tornerà a Napoli al CSC Sanità “Jugà pè Cagnà” de La Locomotiva e si concluderà venerdì 15 luglio a Palermo al CSC Montepellegrino di Yolk, entrambi dalle ore 10 alle 12, per regalare ai giovani partecipanti una mattinata divertente e alternativa.

    Tutti gli incontri sono aperti a bambini e ragazzi, ma anche alle loro famiglie e agli adulti visto che rappresentano un momento di celebrazione, di rete, d’incontro e di confronto per la comunità intera. Si articolano in una visita al centro sportivo per verificare le attività realizzate e valutare lo status del progetto in corso. Prevedono poi un incontro con i bambini per vivere un momento di confronto, per ascoltare il racconto della loro esperienza e per riflettere insieme sui valori promossi dallo sport. Infine, i partecipanti sono invitati a prendere parte a un flash mob nazionale dedicato agli aspetti che caratterizzano la pratica sportiva e che compongono l’acronimo del nome del progetto stesso: Salute, Educazione, Inclusione, Tolleranza e Uguaglianza.

    Dall’apertura dei campi estivi all’avvio dei corsi sportivi come calcio, ginnastica artistica, basket, danza e karate, dalle attività di sostegno scolastico ad iniziative più sperimentali. I centri sportivi di comunità coinvolti nel progetto da giugno 2021 hanno lavorato in contesti di forte deprivazione e disagio sociali ed economici, avvicinando bambini e ragazzi all’attività motoria, valorizzando con particolare attenzione lo sport femminile, le diverse culture e le disabilità, creando un network con il territorio, con le istituzioni, con il terzo settore e con le famiglie per promuovere uno stile di vita consapevole e propositivo verso la propria comunità.

    On 29/06/2022
    By

    Read More »
  • Vimercate Save the date. 7 maggio 2022 vi aspettiamo!

    Le Storie Laureus Comments Off on Vimercate Save the date. 7 maggio 2022 vi aspettiamo!

    Fondazione Laureus ha il piacere di invitarvi, sabato 7 Maggio alle ore 18:00 presso il Campo Sportivo Comunale n. 3 di Vimercate (via Lodovica, Oreno).

    In occasione del Torneo Internazionale di Rugby “X Nations” organizzato dall’ASD Pirati Rugby, nostra partner locale, Laureus sarà presente con uno spazio dedicato per raccontare le novità del progetto nato a Vimercate in Memoria di Fabrizio Caretti.

     

    L’evento di presentazione e ricordo durerà circa 45 minuti e verrà seguito da un aperitivo, tuttavia la concomitanza del Torneo Internazionale potrà essere per chi volesse un’occasione per passare un pomeriggio in famiglia e assistere alle finali dei tornei, alle premiazioni e alla festa di chiusura fin dalle ore 15.

     

    On 21/04/2022
    By

    Read More »
  • DIOUF, BORTOLAMI, MCKINLEY E GIORGETTI: CAMPIONI DI ALTRI SPORT NEL PROGETTO ONE TEAM

    Le Storie Laureus Comments Off on DIOUF, BORTOLAMI, MCKINLEY E GIORGETTI: CAMPIONI DI ALTRI SPORT NEL PROGETTO ONE TEAM

    E’ terminata anche la seconda tranche degli incontri in palestra con i ragazzi che partecipano al progetto One Team. Dopo i primi allenamenti in cui sono state portate le testimonianze di alcuni giocatori e di membri dello staff di Olimpia Milano, è arrivato il momento degli ambasciatori Laureus, grandi campioni al servizio della mission della Fondazione, pronti a portare il linguaggio sportivo alle scuole medie, nei cuori e nelle menti di domani.

    La prima a portare la sua testimonianza è stata Valentina Diouf, che ha parlato ai ragazzi della gestione dello stress, una skill che sia nella vita che nel mondo dello sport è presente e necessaria per crescere e per ottenere grandi risultati. La competenza segreta dei grandi sportivi che non si lasciano schiacciare da niente. “Non possiamo farci sovrastare dallo stress, lo proviamo in tantissime situazioni, ognuno ha le proprie. Credo che attraverso l’esperienza si possa capire il modo migliore per trasformare lo stress in qualcosa che possa aiutarti. Posso solo dirvi di non scappare davanti alle situazioni, ma di affrontarle”. –> Guarda il video

    Ogni testimonianza è per i ragazzi un momento di riflessione, sempre guidato da allenatori e psicologa: vengono aiutati a revisionare l’allenamento, a trovare il significato di piccoli grandi gesti e vengono soprattutto stimolati nella verbalizzazione dei propri vissuti emotivi, in campo e a volte anche fuori dal campo. Dentro le linee della palestra alcuni ragazzi hanno trovato una nuova dimensione con nuovi adulti chiamati allenatori che possono essere nuovi riferimenti con cui parlare di sé con cui confrontarsi, e il confronto porta cambiamento; in alcuni ragazzi potremmo dire che è stato significativo.

    Attraverso le parole di Marco Bortolami, ex giocatore di Rugby e ora allenatore, i ragazzi hanno riflettuto sulla skill problem solving, una competenza cruciale non solo per chi ha ruoli di responsabilità ma per chiunque nella vita debba affrontare i problemi a testa alta senza scappare ma proponendo a se stesso soluzioni.

    Marco ha spiegato che “come allenatore, la sua figura deve sempre risolvere diverse problematiche. Sia nell’ambito tecnico sia in quello emozionale e di stati d’animo dei giocatori. L’importante per affrontare ogni problematica è essere lucidi per capire cosa sta succedendo, per trovare le soluzioni più giuste in quel momento. Molto importante è focalizzarsi su poche cose, ma essere molto concentrati per ottenere dei buoni risultati”. –> Guarda il video

    I bambini sono stati messi alla prova con alcuni giochi, in cui in squadra o singolarmente dovevano affrontare i problemi e trovare delle soluzioni per provare a raggiungere l’obiettivo finale. Giocando si impara e tra cerchi e cinesini passano metafore di vita importanti.

    Illuminante la testimonianza di Ian Mckinley, che ha spiegato cosa gli è successo quando era un giocatore di Rugby e come è riuscito a non perdersi d’animo e trovare una soluzione dopo aver perso un occhio a seguito di uno scontro sul campo.  I ragazzi hanno provato ad immedesimarsi in Ian giocando senza l’uso di alcuni arti del corpo, ed è stato per loro uno stimolo al pensiero creativo ed anche alla sintonizzazione emotiva con chi vive qualcosa di diverso. –> Guarda il video

    Dopo quello che il mondo ha vissuto non si poteva non portare in palestra la competenza che delinea il passaggio dall’essere bambini all’essere adulti, la gestione emotiva, di tutti quegli impulsi emotivi che ci invadono sia in campo, in gara o in classe come in molte situazioni della quotidianità.

    Come ha spiegato Alex Giorgetti, dominare la rabbia, il dolore o la paura è fondamentale per poter essere un vero atleta ma soprattutto diviene fondamentale per essere uomini e donne completi. –> Guarda il video

    Provare emozioni potenti come quelle provate dai ragazzi sugli spalti del forum nel guardare giocare l’Olimpia, accoglierle e dominarle per assaporare momenti che nella vita sono solo di passaggio ma lasciano segni.  Una carrellata di competenze allenate, raccontate e vissute, per alfabetizzare sempre di più i ragazzi di Gratosoglio. Le parole dei grandi campioni permettono a ragazzi in crescita di sentirsi adeguati e mai sbagliati quando si parla di emozioni, di vissuti; tutto è allenabile, un gesto tecnico, la testa e il cuore, e questa consapevolezza per i ragazzi di oggi è un dono, perché possano essere artefici del proprio futuro a prescindere dal proprio passato.

    On 21/04/2022
    By

    Read More »
  • Grande successo il ritorno in presenza della Milano Marathon 2022

    Le Storie Laureus Comments Off on Grande successo il ritorno in presenza della Milano Marathon 2022

    Dopo due anni di stop, l’edizione 2022 della Milano Marathon ha segnato il ritorno in presenza delle Charity Relay, il programma di raccolta fondi solidale che ogni anno vede coinvolte oltre 90 organizzazioni non profit e migliaia di runner correre al loro fianco a sostegno di progetti benefici. 

    Noi di Fondazione Laureus siamo scesi in campo per i ragazzi e le ragazze del progetto “Tukiki: diamo un calcio alla disabilità” realizzato in collaborazione con la SSD Minerva, società sportiva operante nella periferia Nord di Milano. Il progetto, nato con l’obiettivo di creare una squadra di calcio per disabili psichici e cognitivi, offre un’occasione preziosa per sottolineare come lo sport sia uno strumento di inclusione, condivisione e divertimento in grado di superare gli ostacoli e le barriere sociali.

    È stata un’edizione particolare, segnata in parte ancora dal timore di tornare a riscoprire una normalità che per quasi due anni ci è mancata. Eppure, dopo tanti sforzi e difficoltà, e nonostante l’allerta di condizioni meteo sfavorevoli, domenica 3 aprile ben 4 maratoneti, 23 staffette e 92 staffettisti hanno allacciato le scarpe e sono scesi in strada con gambe e cuore pronti per correre al nostro fianco, per regalarsi ma soprattutto per regalare una giornata di felicità ai ragazzi di Tukiki. 

    A conclusione di questa fantastica esperienza, vogliamo ringraziare tutti i runner e le aziende che hanno deciso di sostenerci, in particolare: Dentsu Italia, Ferrari Trento, Hannover Re, Merbag, Richemont Italia.

    GRAZIE, per esservi messi alla prova e avere dimostrato come lo sforzo e il contributo di ogni singolo, uniti insieme, possono creare delle grandi squadre!

    Grazie, per averci regalato i vostri sorrisi e per averci permesso di tagliare un nuovo traguardo, INSIEME.

    Together…#everyonewins

    #laureusitalia #sportforgood

    On 21/04/2022
    By

    Read More »
  • Inaugurata la palestra in ricordo di Marvelous Marvin Hagler

    Le Storie Laureus Comments Off on Inaugurata la palestra in ricordo di Marvelous Marvin Hagler

    Lunedì 28 marzo, alla presenza della moglie di Marvelous Marvin Hagler, Kay Hagler, è stata inaugurata la palestra dell’istituto Comprensivo “Sauro Errico Pascoli” nel quartiere Secondigliano di Napoli, intitolata allo stesso Marvin, scomparso lo scorso 13 marzo 2021.

    L’evento è stata anche occasione per il lancio del progetto “My Little Friends” sostenuto grazie al crowdfunding lanciato dalla moglie di Marvin e nato dalla volontà di Laureus, dell’istituto Comprensivo “Sauro Errico Pascoli” e dall’associazione sportiva dilettantistica “No Limits” di raccogliere la sua preziosa eredità.

    Marvin fu infatti ospite della scuola il 10 maggio 2018 e durante quell’occasione donò queste parole a tutti gli studenti:

    “Oggi ciò che mi preoccupa di più è il fenomeno del Bullismo. Il mio più grande auspicio è che i ragazzi più grandi, i più responsabili, i più forti possano essere una guida per i più piccoli e proteggerli”.

    Il progetto nasce con l’obiettivo principale di favorire il benessere psicofisico di bambini e bambine, provenienti da contesti a rischio o con problematiche conclamate, attraverso la pratica sportiva, per consentire loro di approfondire e migliorare la propria relazione con sé stessi, con i propri pari e con la generazione degli adulti.

    Durante l’evento, Kay ha dialogato con i ragazzi e il Dirigente Scolastico, Piero De Luca, ha dedicato un ricordo commovente di Marvin ricordando un suo pensiero: i più forti devono prendere per mano i più deboli ed accompagnarli. Lo Sport e l’educazione devono servire per combattere ogni forma di bullismo, violenza e discriminazione.

    A concludere la giornata anche un prezioso video messaggio della pugile Irma testa, medaglia di bronzo ai Giochi Olimpici di Tokyo 2020, che nel 2019 ricevette la nomina di Ambassador Laureus proprio dal grande Marvin.

    “Quando avevo la vostra età, molto spesso sembrava che davanti a me non ci fossero strade positive, strade belle. Nonostante questo, non mi sono mai fermata e come Marvin ho continuato a lottare per tirare fuori il meglio di me. Io vi invito a fare lo stesso perché così potrete superare tutte le difficoltà che la vita vi metterà davanti”

    L’evento ha visto la partecipazione di alcune autorità locali, tra le quali il Presidente della Commissione Sport del Comune di Napoli nonché Presidente Regionale del settore Lotta della FIJLKAM, Gennaro Esposito.

    On 21/04/2022
    By

    Read More »
  • ONE TEAM: IL BASKET COME LINGUAGGIO COMUNE PER MIGLIORARSI NELLA VITA

    Le Storie Laureus Comments Off on ONE TEAM: IL BASKET COME LINGUAGGIO COMUNE PER MIGLIORARSI NELLA VITA

    One team anche quest’anno mette in campo gli allenatori di Olimpia Milano, Marilisa Zanini e Alessandro Trombin, e la psicologa dello sport di Laureus Italia, Alessandra Stella. Le classi che hanno aderito al progetto, dell’Istituto Arcadia per la fascia delle medie, sono 5, che nel corso di una mattinata si alternano sul campo da basket della loro scuola.

    Sono un minimo di 8 incontri da svolgersi durante la seconda parte di stagione, nella quale i ragazzi potranno sperimentare il gioco della pallacanestro ma proveranno anche a guardarsi dentro e maturare consapevolezza rispetto a chi sono e a chi vogliono essere

    In ogni incontro verrà presentata una life skills: relazioni i efficaci, comunicazione efficace, empatia, decision making, gestione dello stress, problem solving, pensiero creativo e gestione emotiva. Ogni sessione verterà su una specifica di esse, con giochi, video e attività che possano dare dei concreti strumenti a questi ragazzi per affrontare le diverse situazioni.

    Le video testimonianze degli ambasciatori del progetto, come Gigi Datome e Kyle Hines, sono state il mezzo per recapitare un messaggio concreto a questi ragazzi, che nella sfida di ogni giorno, in classe e nella vita si trovano a dover esplorare le risorse per crescere.

    Il linguaggio dello sport per affrontare le difficoltà è il primo modo per sostenersi e costruire relazioni sicure e durature soprattutto in una squadra composta da giocatori provenienti da ogni parte del mondo come può essere un quartiere periferico come Gratosoglio (sud di Milano), un intreccio di background culturali.

    Il basket sarà il linguaggio comune per tutti sul campo per rafforzare le competenze di vita dei ragazzi e il senso di “squadra” e comunità.

    Kyle Hines:Per me la squadra è tutto, l’unità e la condivisione di un obiettivo è molto importante. Si dice che un gruppo di persone è più potente di un individuo”. –> Guarda il video

    Luigi Datome: “Il concetto più importante che porto nella vita di tutti i giorni è che ogni individuo con le proprie caratteristiche, porta il proprio contributo al raggiungimento finale dell’obiettivo, questa cosa succede in ogni squadra e penso che succede anche nella vita”. –> Guarda il video

    Un’ora ricca di attività sul campo in cui i ragazzi hanno sperimentato cosa vuol dire relazionarsi con i propri compagni, in squadre o piccoli gruppi, per raggiungere l’obiettivo dato dagli allenatori e un momento finale in cui la classe ha elaborato ed estrapolato la parola chiave della giornata.

    I successivi tre incontri hanno avuto come focus principale la comunicazione, spiegata dal giocatore Nicolò Melli, e l’empatia introdotta dal video di Gianmarco Pozzecco, uno degli assistenti allenatori della prima squadra e Decision making spiegata dal capitano Sergio Rodriguez.

    I bambini delle cinque classi, sono riusciti attraverso giochi specifici a comprendere e sperimentare le due life skills. Per la parte di comunicazione, hanno provato giochi, dove la richiesta era di comunicare in diversi modi, oppure di guidare di guidare il compagno per far si di arrivare all’obbiettivo finale. In questo gioco hanno sperimentato il prendersi anche cura degli altri, nonostante le difficoltà e gli imprevisti del gioco, metafora di quello che accade nella vita di tutti i giorni.

    Come ha spiegato Nicolò Melli “la comunicazione è molto importante quando si è in un gruppo di persone, perché si entra in contatto con tante personalità diverse e persone diverse, e comunicare le proprie idee è fondamentale per far funzionare un gruppo. Un aspetto fondamentale della comunicazione è l’onestà, bisogna essere sempre onesti quando si comunica, per creare meno incomprensioni possibili, per far capire che si va nella stessa direzione.” –> Guarda il video

    Una delle life skills più difficili da comprendere e soprattutto da mettere in pratica nella vita di tutti i giorni, ma anche in un campo da basket, è sicuramente l’empatia.

    Mettersi nei panni degli altri compagni, ovvero comprendere il compagno, provando a copiarlo in alcune attività, oppure nel giocare provando ad unirsi sia metaforicamente che realmente, non è stato semplice ma i bambini sono riusciti capire l’importanza di questa competenza di vita fondamentale, che è alla base di ogni relazione che sia a scuola o nel mondo dello sport.

    Gianmarco Pozzecco ha dato un importante consiglio a tutti i bambini: “Provare ad essere più tolleranti con i compagni, gli amici, rispetto agli errori e i difetti degli altri” –> Guarda il video

    La sessione dove i bambini hanno dovuto mettersi più in gioco è stata quella riguardo la skills decision making, che spesso a quest’età è difficile saper scegliere ciò che è giusto o sbagliato, o solamente il prendere una decisione diventa difficile. Attraverso alcuni giochi, come dover scegliere un determinato oggetto o colore, portava a delle conseguenze, o alcuni giochi dove dover prendere una decisione in poco tempo, o in tanto tempo di permetteva di adottare alcune strategie alle volte vincenti, alcune volte no.

    Come ha detto Sergio Rodriguez “anche se alcune volte ci si accorge di aver sbagliato la scelta, è importante andare avanti e dare il meglio per la prossima occasione. Cosa molto importante è conoscere bene chi hai attorno, così da poter prendere la decisione migliore per tutti” –> Guarda il video

    Quest’anno oltre la modalità dei video consigli da parte degli ambasciatori, è stata introdotta anche la modalità di ricerca della life skills usata durante i giochi. Ovvero alla fine della lezione, i bambini hanno composto quella che per loro era la parola chiave della lezione, unendo ogni singola lettera per provare a dare una spiegazione e un senso a ciò che aveva sperimentato.

    On 16/03/2022
    By

    Read More »
  • Evento di lancio del progetto My little Friends e inaugurazione della palestra intitolata a Marvelous Marvin Hagler

    Le Storie Laureus Comments Off on Evento di lancio del progetto My little Friends e inaugurazione della palestra intitolata a Marvelous Marvin Hagler

    “Oggi ciò che mi preoccupa di più è il fenomeno del Bullismo. Il mio più grande auspicio è che i ragazzi più grandi, i più responsabili, i più forti possano essere una guida per i più piccoli e proteggerli”.

    Queste le parole che Marvelous Marvin Hagler donò agli studenti della scuola “Sauro Errico Pascoli” di Secondigliano il 10 maggio 2018.  A tre anni da quel giorno, Fondazione Laureus, l’istituto Comprensivo “Sauro Errico Pascoli” e l’associazione sportiva dilettantistica “No Limits” hanno deciso di raccogliere la sua preziosa eredità e i suoi fondamentali insegnamenti realizzando il progetto intitolato “My Little Friends”.

    Il progetto ha come obiettivo principale quello di favorire il benessere psicofisico di bambini e bambine, provenienti da contesti a rischio o con problematiche conclamate, attraverso la pratica sportiva, per consentire loro di approfondire e migliorare la propria relazione con sé stessi, con i propri pari e con la generazione degli adulti.

    Il progetto sarà ufficialmente lanciato il prossimo 28 marzo in occasione dell’evento di inaugurazione della palestra dell’Istituto Comprensivo “Sauro Errico Pascoli” che sarà proprio dedicata a Marvelous Marvin Hagler, scomparso il 13 marzo 2021.

    Ospite dell’evento, in qualità di madrina, la pugile italiana Irma testa, medaglia di bronzo ai Giochi Olimpici di Tokyo 2020, che nel 2019 ricevette la nomina di Ambassador Laureus proprio dal grande Marvin.

    L’evento vedrà la partecipazione di alcune autorità locali, tra le quali il Presidente della Commissione Sport del Comune di Napoli nonché Presidente Regionale del settore Lotta della FIJLKAM, Gennaro Esposito.

    On 16/03/2022
    By

    Read More »
  • MILANO MARATHON 2022 CON LAUREUS PER TUKIKI

    Le Storie Laureus Comments Off on MILANO MARATHON 2022 CON LAUREUS PER TUKIKI

    Il 3 aprile torna la Milano Marathon e tu puoi sostenere i giovani coinvolti nel progetto Tukiki di Fondazione Laureus.

    Fondazione Laureus sarà “Silver Plus Charity Partner” dell’evento, ma è solo insieme a te, che ami correre, che potremo tagliare il traguardo della Maratona e sostenere la formazione dei giovani attraverso lo sport.

    Insieme alla tua azienda e ai tuoi colleghi hai la possibilità di vivere e condividere un momento di squadra, emozioni forti, senso di appartenenza o semplicemente un nuovo ricordo, partecipando alla “Charity Relay”, la staffetta solidale non competitiva solidale dove squadre composte da 4 runner si alternano correndo distanze che vanno dai 7 ai 13 Km.

    Le quote di partecipazione alla staffetta e tutte le donazioni che potrai raccogliere anche aprendo una tua campagna di personal fundraising sulla pagina dedicata al progetto su Rete del Dono sosterranno i ragazzi e le ragazze del progetto “Tukiki: diamo un calcio alla disabilità” realizzato in collaborazione con la ASD Minerva (Società Sportiva collocata nella periferia Nord di Milano), che nasce con lo scopo di creare una squadra di calcio per disabili cognitivi di tutte le età (10-18 anni). 

    Il progetto offre un’occasione preziosa per sottolineare come lo sport sia uno strumento di convivialità e divertimento in grado di annientare gli ostacoli e le barriere socialmente imposti e si propone di perseguire alcuni importanti obiettivi per i ragazzi quali:

    1. Sviluppare le abilità motorie di base e la coordinazione.

    2. Incrementare le competenze personali e le abilità sociali e comunicative.

    Corri con Fondazione Laureus la Milano Marathon e sostieni lo sport per i ragazzi e le ragazze del progetto Tukiki!

     

    Come correre con Fondazione Laureus? 

    Hai tre modi per partecipare:

    1.Se ti piace stare bene e lo fai correndo, se cerchi l’occasione di condividere con colleghi o amici un momento di squadra, emozioni forti, senso di appartenenza o semplicemente un nuovo ricordo, corri la maratona a staffetta a sostegno del progetto Tukiki.

    Indossa le scarpe da corsa e iscrivi la tua squadra: https://form.jotform.com/220125649622351/prefill/61e1979f01272617f1529da2e04c

     

    2. Lo sport ti piace guardarlo dal divano o il 3 aprile hai un altro impegno importantissimo, ma sai quanto il tuo sostegno possa cambiare la vita di un bambino attraverso lo sport?

    Partecipa attivando la tua staffetta virtuale sulla pagina di Rete del Dono. 

    Fai una donazione per sostenere una o più frazioni della maratona e poi nomina tre amici a cui passare il testimone della solidarietà, invitandoli a partecipare alla maratona virtuale.

    • 15 €: corri una frazione virtuale e dona 1h di allenamento
    • 30 €: corri due frazioni virtuali e dona 2h di allenamento
    • 45€: corri tre frazioni virtuali e dona una settimana di allenamento e un pallone
    • 60€: corri un’ intera maratona virtuale e dona una visita medica

     https://www.retedeldono.it/it/progetti/fondazione-laureus-italia/corri-con-laureus-per-tukiki

    3-Anche un solo passo ci avvicina alla meta!

    Con una semplice donazione a sostegno della campagna Corri con Laureus per Tukiki! possiamo tagliare il traguardo insieme e accompagnare i ragazzi con disabilità a sviluppare le loro abilità motorie, sociali e comunicative.

    https://www.retedeldono.it/it/progetti/fondazione-laureus-italia/corri-con-laureus-per-tukiki

    Insieme corriamo non una, ma tante Maratone!

    On 25/02/2022
    By

    Read More »
  • UN AIUTO CONCRETO. IL BANDO LET′S GO

    Le Storie Laureus Comments Off on UN AIUTO CONCRETO. IL BANDO LET′S GO

    Tra il 2020 e il 2021 molte nostre attività sul territorio milanese hanno rischiato di interrompersi o addirittura di non partire.

    Grazie al supporto di Fondazione Cariplo, attraverso il bando “Let’s go” la Fondazione è riuscita a sostenere i progetti sul territorio milanese offrendo quel supporto formativo e di consulenza sul campo fondamentale per i nostri partner sportivi.

    Nell’anno sportivo 2020-21 abbiamo così dato la possibilità a quasi 100 bambini di praticare attività sportiva di qualità in Associazioni Sportive appartenenti alla nostra rete.

     

    Obiettivi principali del bando

    Dare continuità all’attività ordinaria dell’ente garantendo l’adeguamento e la prosecuzione di servizi messi a rischio per effetto delle conseguenze causate dall’emergenza Covid-19 e quindi:

    • mitigare la situazione di difficoltà (organizzativa ed economico-finanziaria), favorendo la stabilizzazione e “l’uscita” degli ETS dalla fase di emergenza, garantendo “l’esistenza stessa” degli enti e salvaguardando la loro operatività;
    • contribuire a rigenerare valore per le nostre comunità, preservando i servizi fondamentali per il benessere delle persone;
    • favorire una ripresa più rapida, inclusiva e sostenibile dei territori;
    • contribuire alla resilienza, alla coesione e al benessere delle nostre comunità.

    On 21/12/2021
    By

    Read More »